Check-in
Check-out

Varazze

Al centro del Golfo Ligure, sulla Riviera delle Palme, Varazze vi offre l’allegria e i colori della spiaggia e dei caruggi accanto alla pace ed al silenzio della collina e dei boschi che circondano il centro abitato. 
Un paesaggio davvero unico e suggestivo, sospeso tra cielo e mare, ideato per godersi giornate di relax e di divertimento. 
Varazze è un caratteristico borgo ligure, adagiato sul litorale, con i caruggi stretti verso il mare e le piazzette circondate dalle tipiche case colorate. 

Passeggiando per il centro storico, per svago o per shopping, scopriamo Varazze come città d’arte e di storia. Da vedere la Chiesa di Sant’Ambrogio, riconoscibile per il campanile romanico gotico in mattoni rossi, che contrasta con la facciata neo rinascimentale, il palazzo del Beato Jacopo, antica sede comunale, la chieda di SS. Nazario e Celso, la chiesa di S. Domenico, gli oratori, sedi delle confraternite cittadine, il santuario di Santa Caterina verso levante, la cui storia è legata alla Santa Patrona e Villa Cilea. Tanti i luoghi in cui entrare e ammirare i capolavori d’arte che vi sono custoditi.

Varazze è una citta ricca di attività sportive, potrete percorrere il lungomare d'Europa a piedi o in bici fino a Cogoleto 4,5 km. In centro, è presente il Palazzetto dello Sport, dotato di un campo di 800 mq con pavimento in parquet, adatto per qualsiasi tipo di sport: pallavolo, basket, ginnastica, pallamano, arti marziali e calcetto. Nell'entroterra, è possibile frequentare lezioni di equitazione e salto ostacoli, oltre a numerose escursioni in mountain bike e passeggiate nei percorsi della regione sulle colline di Varazze. Varazze è inoltre una meta rinomata per tutti i surfer e qualsiasi tipo di sport acquatico, sarà possibile praticare corsi di vela, windsurf, pesca sportiva ed immersioni. Nei mesi estivi sarà possibile praticare escursioni organizzate per l'avvistamento dei cetacei di passaggio nel Mar Ligure!

Il Parco naturale regionale del Beigua è un'area naturale protetta della Liguria in un territorio che si estende tra la città metropolitana di Genova e la provincia di Savona e comprende il monte Beigua. Nell'area del Parco si trovano molti sentieri escursionistici ed è attraversato dall'Alta Via dei Monti Liguri. E' uno spettacolare balcone formato da montagne affacciate sul mare, che racchiudono estese praterie e fitte foreste di qualsiasi vegetazione. Il mosaico di ambienti e la diversità del territorio lo rendono una delle zone più ricche di biodiversità della Liguria. É possibile ammirare la migrazione dei rapaci diurni e la presenza di numerose specie ornitologiche, oltre a Aquila reale, Gufo reale, Codirossone, Sterpazzole e tante altre.

L'area protetta ed il comprensorio del Beigua offrono motivi d'interesse in tutte le stagioni dell'anno e permettono al visitatore, di scegliere il periodo più adatto con diversissime opportunità di soggiorno.

La passeggiata tra Cogoleto e Varazze, denominata “Lungomare Europa“, è lunga circa 4,5 km e percorre gran parte della vecchia linea ferroviaria a binario unico Genova-Ventimiglia, dove transitava il treno e tutt’oggi sono ancora visibili diversi manufatti ferroviari dell’epoca. Incastonata tra il verde ed il mare, circondata dalla vegetazione caratteristica della macchia mediterranea e dalle rocce a picco sul mar Ligure, la passeggiata permette di conoscere angoli della riviera ligure di Ponente in cui l’ecosistema naturale è salvaguardato e l’intervento dell’uomo, ove presente, è rispettoso e poco invasivo. Con il centro abitato alle spalle ci si può dedicare a godersi le bellezze della costa ligure: da un lato, gli arbusti della macchia mediterranea dall’altro, invece, le scogliere che fanno spazio a piccole piane rocciose. Si è circondati dalla natura in un ambiente protetto e costantemente monitorato. Lungo il percorso ci sono diversi punti panoramici che rappresentano delle cornici perfette per immortalare il paesaggio. Il lungomare è un museo a cielo aperto dove poter amminare un meraviglioso paesaggio. 

Informazioni utili sulla passeggiata tra Cogoleto e Varazze

  • Tempo di percorrenza: più o meno un’ora e trenta minuti, considerando un po’ di soste per fotografare ed ammirare il panorama;
  • Sentiero: l’escursione è adatta per tutti poiché si cammina in piano e sull’asfalto (se si lascia la strada principale ci sono ghiaia e scogli) e non c’è nessuna difficoltà particolare da segnalare;
  • Ristoranti: in alcune calette (molto suggestiva la vista) si trovano dei ristoranti con anche delle spiagge private, perfette per rilassarsi a pochi metri dalla passeggiata ed in una posizione strategica;
  • Ciclisti–gallerie: la camminata è ciclo-pedonale per cui bisogna prestare attenzione reciprocamente, soprattutto nelle gallerie dove la visibilità è limitata;
  • Periodo ideale: salvo eventi straordinari la passeggiata è sempre aperta durante tutto l'anno. Gran parte del percorso è sotto il sole per cui consigliamo di non mettersi in cammino nelle ore centrali. 

Storia della città

Il primo insediamento umano sorse nella frazione di Alpicella nel II millennio a.C.

Più tardi, nelle immediate vicinanze della locale stazione ferroviaria sorse nel I secolo un centro cantieristico dell'Impero romano denominata "Ad Navalia".

La prima citazione ufficiale del nome, indicata sulla Tavola Peutingeriana, è risalente al X secolo con il toponimo medievale Varagine ("luogo dove vengono varate le navi"). 
E proprio le fiorenti attività legate alla costruzione della navi e delle imbarcazioni furono i presupposti per una continua lotta, in epoca medievale, tra i comuni di Savona e di Genova per il controllo del feudo e del territorio Varazzino.

Già appartenente alla Marca aleramica, dal XII secolo divenne feudo della famiglia di Bosco e di Ponzone mentre nel 1227 si costituì in comune autonomo. Rientrato nell'orbita genovese, dopo la stesura e gli accordi della Pace di Varazze del 1251 sulla divisione dei possedimenti territoriali savonesi e genovesi. Con la caduta della Repubblica di Genova (1796), sull'onda della rivoluzione francese ed a seguito della prima campagna d'Italia di Napoleone Bonaparte, il territorio varazzino rientrò dal 2 dicembre 1797 nel Dipartimento del Letimbro, con capoluogo Savona, all'interno della Repubblica Ligure. Dal 28 aprile del 1798 con i nuovi ordinamenti francesi, rientrò nell'XI Cantone, come capoluogo, della Giurisdizione di Colombo e dal 1803 centro principale del II Cantone di Varazze nella Giurisdizione di Colombo. Annesso al Primo Impero francese dal 13 giugno1805 al 1814 venne inserito nel Dipartimento di Montenotte. Nel 1815 fu inglobato nel Regno di Sardegna, così come stabilì il Congresso di Vienna del 1814, e successivamente nel Regno d'Italia dal 1861. Dal 1859 al 1927 il territorio fu compreso nel V mandamento di Varazze del Circondario di Savona facente parte della Provincia di Genova; nel 1927 anche il territorio comunale varazzino passò sotto la neo costituita Provincia di Savona. Nel 1864 ottenne il titolo di città.

Copyright © 2019 Hotel La Vela
Sito web creato con ericsoft